venerdì 22 maggio 2015

LA CONVERSAZIONE SULLA PACE CONTINUA


 Prima i bambini hanno recitato la storia del giardiniere e dei due secchi, dopo abbiamo ripreso la conversazione sulla pace (la maestra rilegge la registrazione della conversazione precedente).
  • Alessandra R:  Stando in pace si sta meglio
COME MAI E' DIFFICILE CAPIRE,  PER ALCUNI ADULTI, CHE STANDO IN PACE SI STA MEGLIO?

  • Alessandra R: perché ai grandi non gliene importa niente. 

....MA A TUTTI GLI ADULTI NON GLIENE IMPORTA NIENTE?
  • Alessandra R: no, solo a quelli che sono spregevoli
E PERCHE' SECONDO TE SONO SPREGEVOLI?
  • Alessandra R: perché non conoscono la pace
E PERCHE NON CONOSCONO LA PACE?
  • Alessandra R: perché non l'hanno mai fatta e hanno sempre fatto la guerra
  • Maria: perché i grandi credono di sapere tutto
  • Alessandra: perchè non sanno che se fanno la pace stanno meglio
E COSA DOVREBBE  SUCCEDERE PERCHE' QUEI GRANDI - CHE CREDONO DI SAPERE TUTTO  -  CONOSCANO LA PACE? 
  • Nicole:  quando i grandi fanno la guerra, un bimbo gli dice "smettila". E loro continuano a fare  la guerra!
  • Alessandra R: voi ci dovete insegnare a non fare la guerra, perché sennò quando diventeremo grandi la faremo

COME MAI E' DIFFICILE PER QUEI GRANDI, COME DICE ALESSANDRA, "SPREGEVOLI" CAPIRE LA PACE?
  • Alessandra R: perché non la conoscono
E COSA DOVEVA SUCCEDERE?
  • Alessandra R: la dovevano conoscere
QUANDO?
  • Alessandra R: da piccoli. Se la imparavano, quando diventavano grandi non c'era la guerra!
  • Edoardo: infatti c'è la guerra. Perché da piccoli non l'hanno imparata!
  • Maria: la guerra non crea la pace, ma crea ancora guerra
  • Alessandra F: sempre!



Nessun commento:

Posta un commento